Storia del Club

Breve cronistoria del Club

In relazione ai festeggiamenti per il nostro 60esimo, Ferruccio Nessi ha raccolto e presentato alcuni importanti passi del Club, che in forma adattata sono di seguito riportati.


1956                Rifugiati ungheresi

Abbiamo accolto i rifugiati ungheresi alla Roccabella di Minusio, il cui campo è stato poi gestito principalmente dalla consorti dei nostri soci.

1965-1991     Casa Sorriso

Il nostro Club si è distinto nell’essere particolarmente vicino a Casa Sorriso, la quale allora ospitava bambini ciechi pluriminorati. In particolare nel 1975 abbiamo acquistato e installato un lift, annualmente in occasione si dedicava l’azione natalizia, nel 1991 abbiamo consegnato alla Nuova Casa Sorriso di Tenero una biblioteca in braille.

1977-1980     Raccolta di occhiali

E’ stata messa in atto la raccolta di occhiali per l’India, con 47 punti raccolta, campagne pubblicitarie, annunci televisivi e radiofonici, ... così che ben 60'000 paia di occhiali sono stati spediti.

1971-1993     Qualificazione ambientale

Nel 1971 abbiamo dato avvio ad una sensibilizzazione del pubblico sulla problematica ambientale. Si faccia notare che siamo nel 1971 e con grande lungimiranza abbiamo affrontato temi, oggi dati per scontati.

1958-1968     Apprendisti per l’industria.

Un ristretto gruppo di amici operativi nell’industria e nell’artigianato hanno operato per ben 10 anni a favore della formazione dei nuovi apprendisti. Anche questa è un’activity, ovvero l’occuparsi e garantire dei posti di lavoro, di ciò che crea il benessere di una nazione. 

1978               Alluvione nel Locarnese 7-8 agosto

Assieme alla Croce Rossa, sezione di Locarno, sono stati raccolti oltre CHF 10'000.--. E’ stata pure avviata una sensibilizzazione nazionale che grazie anche a tutti i LC Ticinesi ha permesso conseguire donazioni per un importo complessivo di CHF 130'000.--. 

1992-1993     Azione SightFirst

La campagna SightFirst ha configurato un impegno biennale del LC International con l’obiettivo dichiarato di debellare la cecità causata dalla cataratta in Nepal. Il nostro Club organizzò un concerto di beneficenza con il cantautore Marco Zappa e - per la prima volta - aperto al pubblico. Raccogliemmo circa CHF 10'000.--. A livello internazionale SightFirst raccolse più di USD 130'000’000.--. Nel frattempo è stata ridata la vista a più di 7 Mio di nepalesi. 

1992-a oggi    Fondazione Germoglio

La costituzione nel 1992 della Fondazione Germoglio, e con la conseguente realizzazione nel 1995 del Centro diurno terapeutico in via Ciseri a Locarno investendo CHF 1.4 Mio. Questa importante opera è stata dapprima messa a disposizione della Pro Senectute, la quale aveva assunto la gestione del Centro Diurno per gli affetti del Morbo di Alzheimer o affetti di decadimento mentale, e in seguito ha costituito sia la sede dell’Associazione Triangolo sia, seppure per un breve periodo, quella dell’Autismo Svizzera Italiana.
Il Centro in via Ciseri è attualmente sempre ancora occupato dall’Associazione Triangolo, Associazione che si rivolge al paziente affetto da tumore e ai suoi famigliari, alfine di migliorare la sua e la loro qualità di vita. Il mantenimento dello stabile, del quale si occupa Fondazione Germoglio, è finanziato quasi esclusivamente dalle activities del nostro Club. Grazie al contributo di tutti i soci, alle apprezzate donazioni di terze persone, abbiamo potuto creare un importante patrimonio finanziario, attualmente investito nello stabile, patrimonio che se gestito differentemente permetterà al Lions Club di Locarno, di avviare grandi progetti di carattere sociale, progetti che ci distingueranno nelle prossimi decadi. 

Altre iniziative anche internazionali

Il Lions Club partecipa alle giornate di Telethon (1999 e 2000) e si occupa pure di progetti quali in Eritrea (è stato donato un pozzo d’acqua nella zona di Delci, con il ricavo della vendita di 40 open dell’artista Bauch “Abbraccio” viene finanziato il completamento dell’opera con l’attivazione di una scuola, un ambulatorio e la posa di 1000 alberi), in Bolivia (dove viene finanziata una scuola) e in Tanzania (luogo dove viene pure finanziata la costruzione di un orfanotrofio).
Diversi e importanti aiuti sono elargiti dal Lions Club Locarno a seguito della tragedia del Vajont (1963), con la consegna di equipaggiamenti speciali al corpo pompieri di Locarno a seguito della tragica morte di un nostro socio fondatore ing. Moretti, in occasione del terremoto in Irpinia (1980) dove abbiamo inviato camion e viveri mentre a seguito del terremoto dell’Aquila (2009) con un importante contributo alla Clinica Oculistica dell’Ospedale San Salvatore di L’Aquila (a cui ha fatto seguito l'esposizione di una targa in segno di riconoscimento).
Analogamente con azioni di non minore importanza quali Cucinano i Lions, il Mercatino di Natale, la visita ai nostri anziani, il premio annuale del Lions Club Locarno istituito nel 2009 il quale viene devoluto alla o al migliore studente in una determinata materia degli esami di maturità abbiamo dimostrato concretamente il nostro impegno. 


Fonti:

- pubblicazione per il 40° del nostro sodalizio curata da Romano Montalbetti e dal compianto ing. Augusto Rima
- libretto realizzato per il 50° in occasione della Charter Night curato da Fabio Decarli e Peter Demarmels